Archivi tag: love

TRE. IL NUMERO PERFETTO?

Post-icino piccolino e pieno di amore per festeggiare tre anni pieni zeppi di Gombi!

Buon anniversario. Il terzo. In tre.

gombi

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

LA MIA PRIMA

La mia prima festa della mamma, domenica scorsa, 11 Maggio.

La mia prima volta da mamma, la 33a da figlia.

Vi immaginerete ricchi premi e cotillons. E invece no.

Mi sono svegliata e, per la prima volta in quasi 9 mesi (oddiomemamacomevolailtempo!!!) Bibo non era con me. E no, non era nemmeno con Papo, o in sala, sul tappetone, o infilato sotto al tavolo impegnato in chissà quali mirabolanti avventure. Perché adesso gattona, ve lo avevo detto che il mio piccolo grande bambino gattona?!Aiuto!

Comunque, Bibo non c’era. Bibo, ha dormito dai nonni.

Bibo ha dormito dai nonni per la prima volta.

E siamo sopravvissuti, tutti – chi più e chi meno dignitosamente. Io, ad esempio, da quando ho aperto gli occhi, fino a che non ho visto spuntare il passeggino da dietro l’angolo, ho fatto spoletta tra sala e cancello ogni cinque minuti. In pigiama. Sì, in pigiama e ciabatte, con relative risatine dei miei vicini.

E poi ho anche pianto. Un po’. Un pochino.

E finalmente ho di nuovo preso in braccio il mio bambino e mi sono sentita completa, e qualcosa dentro di me è tornato al posto giusto.

O santa pazienza! Diventare mamma mi ha proprio rincitrullita. Dato di fatto. Anima in pace.

Ma lo volete sapere che cosa ha reso davvero speciale la mia prima festa della mamma?

Un bip.

Un bip?

Un bip!

Il bip del cellulare che, illuminandosi a festa, mi faceva sapere che un nuovo bimbo aveva fatto cucù nel mondo. Felice, sano e bello da morire, come la sua mamma. Un nuovo minuscolo esserino che risponde (o meglio, risponderà, tra qualche mese…) al nome di Luca. Luca, il mio nuovo nipotino.

Luca, che in un solo momento è nato figlio, fratello, nipote, cugino e amico. E io lo amo, lo amo già alla follia!

Benvenuto in questo mondo di matti, cotechino della zia!

 

Contrassegnato da tag , , , , , , ,

BE MY VALENTINE

San Valentino a me piace.
Oh.
Ho fatto coming out. Va mo là.

Mi piacciono i cioccolatini, mi sdiliquisco per un mazzo di fiori, potrei svenire per un bigliettino infilato con nonchalace sotto alla tazza della colazione. Vado matta per tutti i festeggiamenti e le dimostrazioni di affetto. Che ve lo dico a fare.
Che poi, non c’è micca bisogno di scomodare una scatolina di Tiffany o un brillocco di DeBeers, diciamolo, fanno la loro porca figura anche gli anellini delle patatine, quando sono presentati con un sorriso. Perchè il segreto, cari miei, sta nel packaging, tutto lì.
Provate a stupire la vostra dolce metà con un pensiero piccolo piccolo, sono sicura che non farete un buco nell’acqua.

Per esempio, noi tre stasera staremo a casina (a meno che Papo non sia in vena di sorprese eh! A buon intenditor…) a luci spente, solo qualche candela in punti strategici a prova di Bibo, chè ci piace molto l’idea di aderire a “M’illumino di meno!” – la decima edizione della festa del risparmio energetico!

Fate anche voi i romantici salvabolletta!!!

E, nel caso in cui siate single e felici, o single e tristini, bhè, vale anche per voi eh…vogliatevi bene, festeggiatevi, regalate e regalatevi dei fiori – che mettono allegria – basta poco, il resto verrà da se.

Cuoricini stucchevoli e romanticherie sparse a tutti voi amici belli!
Love & Gombi, everyone.

20140213-214230.jpg

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , ,

PRESENTIAMOCI, CHE SIAMO GENTE EDUCATA

Mamma, Silvia, io
Anno 1980, nata provinciale, sogno di vivere in un paese anglofono a scelta, possibilmente vicino al mare, chessó, fatemi sognare, un paesino in Irlanda, mi accontenterei. Imparerei a fare la maglia. Dico.
Intanto faccio la pendolare part time e la mamma full time, perché diciamolo, siamo mamme anche quando stiamo lavorando, facendo la spesa, la coda alle poste, un aperitivo (un che?!?!), quando stiamo dormendo. Soprattutto quando siamo in bagno, mai sole lì eh, é scientificamente provato.

Papo, Fabio, l’amore mio grande – subito dopo Ben Harper. O subito prima, va a giorni, ma questa é tutta un’altra storia ed include una cornice dorata che campeggia nel nostro salotto.
Brizzolato e ricciolo, uomo dagli occhi buoni e dalle poche parole.
Mi ha fatta innamorare su due piedi, io, che avevo giurato sullo spritz (mica sul gin tonic, che quello mente) che MAI, mai dico, mi sarei di nuovo persa dietro a un musicista. Ed eccolo là, cinque anni dopo siamo sposati e con un pupo. Tié.

Bibo, Giovanni, annata 2013.
Tanto amore e una vita da vivere, scrivere, viaggiare e sognare. Proveró a raccontarla un pó qui, come mi viene, quando mi viene.
Chissà, se da grande Bibo leggerà le mie parole. Nel caso, mi scuso da subito figlio mio, ti faró arrossire e vergognare come solo una madre puó.

Poi ci sono Ginger e Pablo, i nostri due gattoni amici/nemici, il sottofondo peloso delle nostre giornate. Che senza non saprei come fare.

Eccoci, noi. I Gombi. Piacere (che a quanto pare se usi questa formula mica sei cool et à la page, ma a me piace, tié).

20140130-152206.jpg

Contrassegnato da tag , , , , ,