Archivio mensile:novembre 2014

WISHLIST

Ciao, mi chiamo Silvia, vi ricordate di me?

Io poco. Nell’ultimo periodo mi sono ricordata un sacco di cose, o per lo meno, ci ho provato.

Mi sono ricordata delle riunioni dell’asilo di Bibo, mi sono ricordata che, dopo aver fatto le lavatrici, i panni sarebbe cosa buona e giusta raccoglierli e, non dico stirarli, ma almeno piegarli e metterli nel posto giusto. Mi sono ricordata di scongelare la carne per la cena e pure di spegnere il forno prima di bruciare i biscotti. O la pizza, dipende dal momento. Mi sono anche ricordata le scadenze lavorative e nel frattempo della visita dalla pediatra per il check dei 15 mesi. Mi sono ricordata di essere gentile con il prossimo, almeno per la maggior parte del tempo. Ovviamente le rotonde in tangenziale sono territorio a parte e lì tutto è permesso. La guerra è guerra.

Ma in tutto questo, mi sono ricordata poco di me stessa, di chi sono, o di chi avrei voluto essere.

Ho bisogno di un promemoria.

Quindi adesso metto su i Pearl Jam pianino pianino, che Bibo sta facendo un pisolino, ascolto “Wish List” e cerco di fare una lista tutta mia, per provare a ricordarmi di me.

Di sicuro so che vorrei viaggiare, molto di più di quanto la vita non mi permetta di fare.
Vorrei fare bungee jumpin’ da un ponte del diavolo perso in un paesaggio d’autunno sugli Appennini Emiliani.
Vorrei parlare chiaro alle persone, comunicare la gioia sempre, ma anche e soprattutto la rabbia ed il dolore. Tenere dentro le scoregge fa male, figuriamoci le emozioni! Esternate gente, esternate!
Ma niente loffe sui mezzi pubblici o in fila dal medico, please.
Vorrei imparare a lavorare ai ferri. Per ora faccio guazzabugli tutti di dritto, ma ci vorrà aggiunto un pochino di rovescio presto o tardi.
Vorrei fare dei pon pon perfetti.
Vorrei un aggeggio della Dremel, che non so nemmeno bene il nome ma so che ci farei cose inutili e meravigliose.
E poi vorrei uno studio grande e luminoso dove poterci smanettare mentre ascolto la musica a tutto volume. Femminile eh?!? Tutta un pizzo questa fimmena, lo dico sempre.
Vorrei avere più tempo.
Vorrei essere la mamma che mio figlio merita.
Vorrei una casa tutta nostra.
Vorrei il lusso di non dover dipendere dagli altri per le mancanze di uno Stato che sperpera le mie tasse insieme alle speranze di avere una vita migliore.
Vorrei essere più ferma nelle mie decisioni.
Vorrei portare avanti i progetti che inizio. Per il momento non sono riuscita nemmeno a portare avanti il Positivity Challenge su Facebook, c’è ampio spazio di miglioramento.

Vorrei una marea di cose eh?!
Troppe dite?
Sognare non costa niente e a sognare son sempre stata brava.

Ecco. Questa è una cosa di me che proprio voglio ricordare.
Sogna ragazza, sogna.

Contrassegnato da tag , , , ,